Loading
Birre artigianali estive

5 birre artigianali da provare quest’estate

Tutti pazzi per le birre artigianali.

Il settore della birra artigianale cresce in Italia a ritmi esponenziali. Più di 1 italiano su 2 ama la birra, e il Made in Italy guida il settore, con una produzione stimata ad oggi in 50 milioni di litri.

Mentre l’estate avanza, abbiamo provato per voi alcune delle proposte dei migliori micro birrifici italiani. E abbiamo scoperto che c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Fruit Jay – Session Saison Lime & Pepe rosa

Jungle Juice Brewing

Fruit Jay, Jungle Juice Brewing
Fruit Jay, Jungle Juice Brewing

Nascono come birrificio itinerante, ma hanno trovato oggi a Roma il proprio quartier generale. Jungle Juice Brewing è pronto a regalare un tocco di brio a chi vorrà raggiungere la nuova e suggestiva sede di Via del Mandrione. In una taproom dal sapore post industriale potrai rigenerarti con la novità della linea Fruit Jay, la Session Saison Lime & Pepe rosa.

Definita Session in assonanza con lo stile di riferimento, la Fruit Jay è una Saison belga leggermente meno alcolica del solito con i suoi 4,8 gradi. Realizzata in primavera ed estate con l’utilizzo di frutta e agrumi, è prodotta con pepe rosa durante la fase di bollitura e l’aggiunta di succo di lime in fermentazione.

Berla vuol dire provare una piacevole sensazione di freschezza, data da un aroma chiaro e speziato che si avverte sin dal primo sorso. Secca al palato e facile da bere, è perfetta per accompagnare la fine di una calda giornata estiva.

Cannamela

Ortyx

Facciamo un salto nella calda Sicilia con una birra che esalta la personalità decisa di questa terra. Si tratta di Cannamela, un prodotto del birrificio siracusano Ortyx.

Come anche il nome trasmette, si tratta di una realtà dalla forte anima locale. Dall’isola di Ortigia, cuore di Siracusa, prendono corpo infatti birre che odorano di Sicilia. Con Cannamela saranno la scorza di limone e la menta selvatica a trasportarvi sulle coste dell’isola, inebriandovi con un vento fresco e leggero.

All’apertura, vi stupirà subito con il suo brio frizzante, che vi farà pensare a un vino spumante. Eppure, all’assaggio avrà tutt’altro carattere, con le sue note aromatiche e pungenti.

Una birra che riflette la volontà dei produttori di produrre qualcosa di unico, che possa costituire un’alternativa ai vini di qualità. Con il suo grado alcolico del 5,1%, si abbina bene a paste estive e pizze dai sapori leggeri.

Figu Morisca

Birrificio di Cagliari

Figu Morisca, Birrificio di Cagliari
Figu Morisca, Birrificio di Cagliari

Prende il nome dal delizioso fico d’India, frutto simbolo della Sardegna. Parliamo di uno dei prodotti più noti del Birrificio di Cagliari, la Figu Morisca.

Birra dalla forte connotazione estiva, ha un cuore dolce come il frutto che ne costituisce il cuore. In bocca regala piacevoli note fruttate, che si dipanano per lasciar posto alla buccia d’arancia e al coriandolo.

Il succo ottenuto in spremitura finisce direttamente in fermentazione, caratterizzandola anche dal punto di vista olfattivo. Birra dallo stile Blanche, ne conserva il tipico colore biondo paglierino e la piacevole schiuma color latte.

Fresca e delicata, rimanda alle atmosfere rilassate della stagione estiva. Piena e rotonda, è perfetta anche a fine pasto. Grado alcolico, 5,2%.

Nato dalla passione dei fondatori per la birra artigianale, il Birrificio di Cagliari è anche un raffinato brewpub in cui testare tutti prodotti del birrificio e piatti dal sapore locale. Tutti rigorosamente a base di birra!

Ciuski

Extraomnes

Ciuski, Extraomnes
Ciuski, Extraomnes

Impossibile dimenticarsi di lui. Si tratta di Doraemon, il gatto più famoso dei cartoni animati degli Anni Ottanta. Il paffuto gattone blu sceso sulla Terra per aiutare il piccolo Nobita a suon di Ciuski è ancora vivo nella memoria di chi fu bambino in quegli anni. Oggi la simpatia di Doraemon si ritrova in una birra dal sapore marcatamente estivo denominata, appunto, Ciuski.

Creata dal leggendario Luigi “Schigi” D’Amelio per Extraomnes, birrificio di Marnate, Varese, la Ciuski è un concentrato di vivacità con il suo retrogusto allo zenzero. In bocca colpisce con le sue note aromatiche che rilasciano un effetto quasi balsamico.

Il tocco erbaceo si percepisce anche all’olfatto, stimolato da una freschezza che sa di zagara. In pieno stile Blonde Ale, è accompagnata alla mescita da una schiuma abbondante e persistente del color della panna.

Con i suoi 4,9 gradi si accompagna bene a un fresco aperitivo.  Ma la consigliamo anche accanto a gustosi piatti esotici, con cui condivide il carattere deciso.

Margose

Birrificio Birranova

In piena estate, non poteva mancare all’appello una birra dal sapore del mare. Per lo stile Gose, abbiamo assaggiato la Margose del Birrificio Birranova, un vero concentrato di freschezza e sapore.

Uno stile di birra dalla storia affascinante. Le origini della Gose risalgono al XVI secolo, quando nella zona di Goslar, in Bassa Sassonia, la produzione brassicola si incrociò casualmente con le peculiarità della cittadina. Caratterizzata da miniere di metalli e cristalli di sale che contaminavano le falde acquifere, ne determinò inconsapevolmente il sapore. Fu molto amata dalla città di Lipsia dei primi del ‘900, che si specializzò nella sua produzione.

Molto tempo è trascorso da allora e questa lunga tradizione viene raccolta oggi in Puglia dal Birrificio Birranova. La Margose è una birra molto beverina grazie alla sua delicata limpidezza. Preparata con acqua di mare purificata, è un vero tributo all’estate e alla sua anima più incontaminata.

Caratterizzata da un colore giallo chiaro, rivela al naso piacevoli note agrumate e iodate. Al gusto è sapida come una Gose che si rispetti, ma allo stesso tempo estremamente piacevole. Grado alcolico in linea con le esigenze della stagione, 4,6%.

E tu, quale preferisci? Le proposte sono tante, e l’estate ci aspetta con le sue spiagge assolate. Non ci resta che godercela bevendo la nostra birra artigianale preferita.