Loading
luxottica fusione- attualità italiana

Fusione Luxottica-Essilor | La storia di un brand che fa storia

Nasce un nuovo colosso di occhiali europeo dalla fusione tra l’italiana Luxottica e la francese Essilor, questa è la notizia in prima pagina di tutti i notiziari tv e delle testate giornalistiche italiane.

Il fondatore e presidente della Luxottica Leonardo Del Vecchio dichiara: “Con questa operazione si concretizza il mio sogno di dare vita ad un campione nel settore dell’ottica totalmente integrato ed eccellente in ogni sua parte. Sapevamo da tempo che questa era la soluzione giusta ma solo ora sono maturate le condizioni che l’hanno resa possibile”;”Finalmente, dopo cinquanta anni di attesa, due parti naturalmente complementari, montature e lenti, verranno progettate, realizzate e distribuite sotto lo stesso tetto”. (fonte Ansa)

“La paura di avere un futuro condizionato da altri” ha fatto nascere Luxottica

Questa è il filo conduttore che ha portato alla nascita nel 1961 della Luxottica sas e alla sua evoluzione. Una storia che Del Vecchio racconta come una percorso iniziato da garzone per la Johnson, poi terzista, infine la nascita di Luxottica.  Il punto di forza è stato la creazione di un modello di business che realizzava e commercializzava l’occhiale finito.

Design, produzione e distribuzione di occhiali da sole e da vista in tutto il mondo ed un portfolio di marchi proprietari come i brand: Ray-Ban, Oakley, Vogue Eyewear, Persol, Oliver Peoples e Alain Mikl che sono icone di stile mondiale.

Il Museo dell’Ottica

“Un oggetto artigianale, custodisce in se la fatica e l’ingegnosità del proprio autore e forse, anche un po’ della sua anima. Per questo, mentre è facile sbarazzarsi di un oggetto moderno, prodotto in serie, difficilmente si riesce ad eliminare un prodotto fatto a mano. E, anche se dinanzi alla sofisticatissima tecnologia del mondo moderno, proviamo una grande emozione, non possiamo per questo non guardare con molto rispetto tutti quegli oggetti e strumenti che lasciavano ancora l’uomo protagonista.”

Così nel 1991, in occasione del trentennale, viene inaugurato ad Agordo il museo “Ottiche ed Occhiali”che mette a disposizione della collettività un patrimonio di storia fatto da una collezione di 1200 pezzi tra occhiali, cannocchiali, microscopi, strumenti ottici, nonchè materiale iconografico, stampe, arazzi, incisioni e quadri. Per maggiori informazioni qui i dettagli sul Museo.

Un storia di eccellenza italiana tra passato e futuro quella di Luxottica.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.