Loading
storia esselunga- il marchio italiano della distribuzione commercaile - brandessere

Bernando Caprotti, la storia di Mister Esselunga

All’età di 91 anni scompare Bernando Caprotti. La sua, è la storia che porta alla creazione del marchio Esselunga e all’ innovazione della distribuzione commerciale in Italia.

Nasce nel 1925 in una famiglia di facoltosi imprenditori milanesi. La famiglia Caprotti è parte di un gruppo di industriali del settore tessile. Dopo aver conseguito la laurea in legge, il padre decide di mandarlo negli USA per fargli acquisire aggiornamenti tecnici e manageriali utili per la loro industria tessile.

Negli Stati Uniti rimane poco più di un anno. In quel periodo acquisisce numerose competenze, dalla meccanica dei tessuti agli aspetti finanziari, grazie anche all’esperienza a Wall Street.

Al suo ritorno, nel 1952 suo padre viene a mancare e fu allora che prese le redini dell’azienda cotoniera.

Supermarkets Italiani Spa

Nel 1957, Nelson Rockefeller propone alla famiglia di entrare a far parte della nascente Supermarkets Italiani Spa. Bernarndo Caprotti ne comprende le potenzialità e decide di entrare con una quota del 18%, in rappresentanza anche dei fratelli.

Il 27 novembre 1957, in viale Regina Giovanna a Milano, viene inaugurato il primo supermercato “stile americano”.

“Esse lunga, prezzi corti”

Nello stesso anno, il grafico di fama mondiale Max Huber realizza l’insegna con la grande “esse”. Una S con la parte superiore allungata fino alla T di supermarket.

“Esse lunga, prezzi corti” era la campagna pubblicitaria che agli inizi degli anni ’60 si diffuse a tal punto da far decidere di cambiare ufficialmente il nome da “Supermarkets Italia” a “Esselunga”.

Nello stesso periodo, Bernardo Caprotti compra da Rockefeller il 51% delle quote. Esselunga divenne così una catena di supermercato italiana.  Di lì a poco apre a Firenze il suo secondo quartier generale e la catena di supermercati si diffonde nel nord e centro Italia.

Le innovazioni di Bernardo Caprotti

In questi quasi 60 anni, tante sono le novità messe in campo grazie anche allo sguardo innovativo di Bernardo Caprotti:

-Nel 1974, Esselunga inaugura il primo comparto gastronomia;

-Nel 1977, primi in Italia ad organizzare il lavoro degli impiegati in due turni (mattina e pomeriggio);

-Nel 1982, decidono di adottare l’orario continuato nei supermercati;

-Nel 1987, viene inaugurato il primo magazzino merci in automatico;

– Nel 1995, viene introdotta la Fidality Card Esselunga, grazie al quale si creò un rapporto di fiducia con i clienti;

– Nel 1999, nasce Bio Bio Bio: la prima linea di prodotti da agricoltura biologica con il marchio Esselunga,

Nel 2013, Bernardo Caprotti si dimette da tutte le cariche all’ interno dell’azienda.

Oggi lo ricordiamo come Mister Esselunga, colui che innovò e rivoluzionò le abitudini italiane del “fare la spesa”.

Leave a Reply