Loading
web marketing festival- promozione digitale

Il ruolo sociale del digitale italiano

Lo scorso weekend abbiamo partecipato, come media supporter, al Web Marketing Festival 2017. Con noi, 12000 persone tra appassionati, professionisti, studenti e aziende del mondo digitale italiano.

Brand, Mercati esteri, Social media strategy, Content Marketing, Video Marketing, Facebook Marketing, Strategia e Innovazione, Chatbot sono alcuni dei temi trattati nelle sale del Web Marketing Festival 2017. Strumenti utili, tra l’altro, per la promozione digitale di prodotti e brand italiani e Made in Italy.

Oltre alla formazione, però, questa edizione del Web Marketing Festival ha avuto come focus le tematiche sociali e le iniziative solidali che utilizzano il digitale come mezzo di espressione e promozione.

Non è un caso, quindi, che il festival sia iniziato a ritmo dei Modena City Ramblers e con i “ Cento Passi”omaggiando Peppino Impastato. Il motivo? Ecco come lo spiega Cosimano Lombardo- Chairman del Web Marketing Festival: “Nel 1978 Peppino Impastato è stato assassinato. Nel 1977 fondò Radio AUT, attraverso cui iniziò a fare, nel suo territorio, una campagna contro la mafia, e per questo ha perso la vita. I Cento Passi per noi sono un simbolo, ed in questa due giorni vogliamo farli con l’obiettivo di utilizzare il digitale per impattare positivamente sulla società. Che cosa avrebbe fatto Peppino Impastato oggi con Internet?”

I 100 Passi diventano così un simbolo di questo Web Marketing Festival, per abbattere le distanze che impediscono di digitalizzare il Paese e parlare online di legalità.

Cultura della legalità e digitale

“Mettere in gioco la propria esperienza sui social è uno dei mezzi più potenti che abbiamo a disposizione per illuminare il buio di cui si nutrono le mafie” lo afferma la giornalista di Repubblica Federica Angeli durante il suo intervento. Parole che risultano significative soprattutto per l’esperienza raccontata da Federica Angeli in prima persona nella lotta alla criminalità organizzata: da anni sotto scorta per le sue inchieste contro la mafia, vive (ed ha vissuto) i social sia come opportunità per raccontare il valore della legalità che come lato oscuro, quello delle diverse minacce ricevute su Facebook.

Accessibilità digitale

“Chi pensa alla struttura di internet deve avere in mente che l’accessibilità è una qualità indispensabile dei progetti per il web” si esprime così Fabrizio Caccavello di IWA. Abbiamo imparato, durante questi giorni al Web Marketing festival, che lo screen reader è l’applicazione software che permette di tradurre in messaggio vocale il testo mostrato sullo schermo di un computer o dispositivo mobile. Per questo, diventa importante già in fase di progettazione del sito web strutturare l’architettura e i contenuti in modo tale da agevolare la lettura: call to action più specifiche (un generico “clicca qui” è una barriera) o aggiungere la descrizione nelle immagini in modo tale che lo screen reader possa commentarla.

Promozione della solidarietà attraverso strumenti digitali

I nuovi linguaggi di comunicazione digitale come opportunità per divulgare messaggi di solidarietà e sensibilizzare sono un’opportunità, in questi due giorni del Web Marketing Festival è stato più volte ribadito. Per dimostrarne concretamente il valore  è stato presentato, da Juan della Torre – CEO dell’agenzia La Machi Communication for Good Causes – The Pope Video”, l’iniziativa globale promossa da Papa Francesco per diffondere messaggi di pace e solidarietà attraverso gli strumenti del digitale.  I video vengono, infatti, trasmessi in 9 lingue – inglese, spagnolo, italiano, francese, portoghese, cinese, arabo, tedesco e olandese- creando così una rete internazionale.

 La quinta edizione del Web Marketing Festival ha tracciato una strada verso la consapevolezza di come gli strumenti digitali possano essere vissuti, oltre all’aspetto economico. Come ha affermato Cosimano Lombardo, l‘augurio è a essere “più che imprenditori di sé stessi imprenditori della società.” Alla prossima edizione!